A Rende la Giornata Nazionale degli Alberi: chi pianta un albero pianta la speranza | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

A Rende la Giornata Nazionale degli Alberi: chi pianta un albero pianta la speranza

RENDE (COSENZA) – L’albero è una poesia che può fare solamente Dio, ha scritto qualcuno. Si, è così! Gli alberi, se li osserviamo con il cuore più che con gli occhi, ci trasmettono un senso di infinito, di eternità; essi sono lì imponenti come colonne che reggono il cielo; ci coprono con la loro ombra perché qualcuno prima di noi li ha piantati, ci regalano frutti preziosi, fanno da casa e da riparo ad animaletti smarriti, ad allegri uccellini, ci permettono di respirare….

Ed a questi silenziosi amici preziosi è dedicato il 21 novembre: in tutta Italia infatti si tiene la Giornata Nazionale degli Alberi, che ha dato il via ad una serie di iniziative; su tutte la Festa dell’Albero, manifestazione giunta alla sua 24esima edizione, e dove ogni anno Legambiente mette a dimora tantissimi giovani arbusti in tutto il Paese, celebrando così il loro indispensabile contributo alla vita.

Istituita come ricorrenza nazionale con una legge della Repubblica del 10/2013 l’appuntamento valorizza l’importanza del verde per contrastare le emissioni di CO2

Advertisement
, l’inquinamento dell’aria, per prevenire il rischio idrogeologico e la perdita di biodiversità.

A festeggiare i nostri amici alberi, anche i bambini della Scuola Primaria di Santo Stefano di Rende, Istituto Comprensivo Rende-Quattromiglia, guidato dalla Dirigente, Patrizia Passarelli. La festa rimandata per il maltempo è stata celebrata, questa mattina, sabato 24 novembre, da un cielo terso e da un sole tiepido che hanno accompagnato l’entusiasmo dei piccoli per la presenza in mezzo a loro dei volontari della sezione Lipu di Rende, da anni impegnata sul proprio territorio anche per la difesa e la valorizzazione degli alberi.  I volontari della sezione e i ragazzi del progetto europeo LIFE Choose Nature, guidati da Giuseppe Intrieri, hanno messo a dimora con i bimbi un pino domestico ed un abete, offerti dal circolo Legambiente di Cerisano e da Calabria Verde.

Ma prima dell’applaudito momento, i bambini coordinati dalle loro attente maestre e dalla responsabile del plesso, l’insegnante Liliana Bruno, si sono prodotti nella recita di allegre e significative poesie dedicate agli alberi e da una canzone mimata, “Io sono come un albero”, che ha saputo coinvolgere e far cantare grandi e piccini! Applausi di gioia, hanno accompagnato lo scambio reciproco di ricordini dedicati alla giornata, mentre la consegna dell’attestato di partecipazione “Amico degli Alberi”, ha preceduto la messa a dimora dei due nuovi “piccoli amici verdi”.

I volontari accompagnati dai bimbi hanno sistemato i teneri alberelli, su cui con delicatezza, nei piccoli rami, gli scolari hanno posizionato foglie di carta contenenti i loro pensieri semplici, ma profondi. Al momento dei saluti, in alto le bandierine e un urlo di gioia: “Viva gli alberi!!!”

Un momento educativo molto importante: mettere a dimora nuovi alberi è un gesto che diventa occasione per restituire alla comunità spazi belli e accoglienti, ma anche per far crescere, costruire simbolicamente, un “albero dei valori”. Consapevolezza, sentimenti, riflessioni, principi, con i quali le nuove generazioni vanno nutriti e che vanno a costituire le radici dello stare insieme nel rispetto di tutti.

I pensieri e le parole dei bimbi, come rami tesi verso il cielo, come ali per volare e come radici: le stesse degli alberi, forti e profonde per fermare e arginare i venti di guerra, l’intolleranza verso i propri simili, la distruzione del creato. Gli amici alberi, ogni giorno, ci stringono in un abbraccio ideale, essendo i primi alleati nella conservazione del creato; insegnare ai bambini a proteggerli, nutrirli, farli crescere, un giorno chissà anche abbracciarne il tronco del pino ormai cresciuto, significa quindi difendere il territorio e le specie che lo abitano, difendere la vita.

Perché “chi pianta un albero, pianta una speranza”!

Luisa Loredana Vercillo

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità