“Il gioco dei borghi”, a Rogliano la sfida a squadre per far conoscere il centro storico

ROGLIANO (COSENZA) – Un’opportunità per conoscere i nostri borghi, viverli, animarli, contaminarli.

È con questo spirito che l’Arcifisa, l’Associazione che opera sul territorio cosentino in ambito turistico e sociale, promuove il progetto “il Gioco dei borghi”.

Nato, in via sperimentale, in collaborazione con il Comune di Rogliano, ma il cui format verrà presto replicato in altri comuni del territorio, il gioco ha l’obiettivo di valorizzare i centri storici – con particolare riguardo a quelli meno conosciuti – attraverso una sfida a squadre a colpi di quesiti da risolvere, personaggi da scoprire, leggende da rivisitare, perché ogni palazzo, ogni vicoletto, ogni statua custodisce storie tra mito e realtà.

“Tutti al Borgo di Rogliano” è il titolo scelto per la giornata di festa che si svolgerà nella cittadina della Valle del Savuto il prossimo 28 aprile.

A partire dalle 11, in piazza Pietro Buffone, il borgo roglianese sarà animato dalle squadre UICI Vibo Valentia e UICI Cosenza, che si sfideranno anche con il prezioso supporto di una mappa tattile e acustica a supporto delle persone non vedenti. Successivamente sarà la volta del Borgo di San Fili che dovrà vedersela con il Borgo di San Marco Argentano. Le squadre vincitrici si aggiudicheranno una scultura realizzata dall’artista roglianese “Telemaco” e un tablet.

“Credo che il gioco dei Borghi sia un modo reale per fare rete con più  attori – spiega Adele Iannuzzi, Presidente di Arcifisa – Questo ci permette di valorizzare concretamente il territorio: ogni  borgo ha qualcosa da raccontare e il gioco attrae grandi e piccini. Inoltre – prosegue Iannuzzi – abbiamo lavorato tantissimo su un percorso tattile, acustico e filoguidato, accessibile alle persone con disabilità visiva. Rogliano si presta tantissimo anche per l’accessibilità alle persone in carrozzina,- conclude la Presidente di Arcifisa – infatti già tante persone hanno preso parte al gioco e siamo pronti a replicare l’iniziativa in altri paesi”.

La giornata, supportata dall’Amministrazione Comunale di Rogliano e realizzata in collaborazione con i comuni di San Fili e San Marco Argentano e con le associazioni UICI  CS E VV, Insieme UniCal, Girasole e Vita Bisignano, Noi con Voi Mongrassano, FIDAS  sez. San Marco Argentano, Scori Calabria, CalabriaNordic Walking Calabria. Scuderia Brutia, Radio scalo San Marco, cantina Colacino Wines Marzi, Vivaio verde Vivo di Rende, Dolce Napoleone di San Marco Argentano proseguirà con laboratori di pittura all’aperto, una mostra di opere a cura di artisti locali, una mostra di auto d’epoca e poi, ancora, trucca bimbi e animazione per bambini, dimostrazione di Nordic Walking, stand enogastronomici e la presenza di trenta nazioni che, in abiti tradizionali, proporranno assaggi dei loro piatti tipici.

Al pomeriggio l’Associazione Arcifisa propone un incontro dal titolo “Il Gioco dei Borghi: un’opportunità per fare rete”. Un convegno che, oltre alla partecipazione degli amministratori locali, tra cui il Presidente della Regione Calabria, Gerardo Mario Oliverio, prevede anche la presenza di docenti universitari chiamati a proporre una riflessione sul tema della valorizzazione dei borghi. Appuntamento alle 17.30 presso il Museo d’Arte Sacra (via Municipio, 34).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *