Rende, dopo 36 anni di servizio ottiene contratto full-time: la storia a lieto fine di Maria Luisa Cipolla. Manna: "Presto nuove assunzioni" | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Rende, dopo 36 anni di servizio ottiene contratto full-time: la storia a lieto fine di Maria Luisa Cipolla. Manna: “Presto nuove assunzioni”

RENDE (COSENZA) – Quando prese servizio aveva solo diciassette anni, tanti sogni nel cassetto e una vita davanti.
Maria Luisa Cipolla è la dipendente che presta servizio al comune di Rende dal 1981.
All’epoca era sindaco Francesco Principe e, da allora, la Cipolla ha visto sedere ben dieci primi cittadini sullo scranno più importante della città: un vero e proprio matrimonio che dura da quasi quarant’anni.
Quello di Maria Luisa è uno dei volti più conosciuti dai cittadini rendesi: i suoi grandi occhi celesti spuntano dall’oblò della portineria. Impossibile non ricordarsene.
“Ho cominciato dalle pulizie -ha affermato la dipendente- e ora sono all’ufficio preposto all’accoglienza e al centralino. Amo il mio lavoro perché sono sempre a contatto con la gente e posso relazionarmi costantemente con il prossimo”.
Non è stata però tutta in discesa questa carriera: l’addetta al centralino dopo ben trentasei anni è riuscita ad ottenere un contratto full time: “Grazie al sindaco Marcello Manna -ha proseguito Cipolla- oggi posso vedere realizzato il mio sogno più grande”.
Un desiderio lungo una vita, un diritto inalienabile che l’amministrazione comunale è riuscita a concretizzare.
“Abbiamo avviato da tempo l’iter necessario a regolarizzare come full-time chi da tempo era assunto con contratto part-time”, ha dichiarato il sindaco Manna che ha poi aggiunto: “nonostante il pre-dissesto e una lunga serie di criticità siamo riusciti ad ottenere in questi anni grandi risultati, certi che valorizzare il lavoro svolto dal nostro personale significhi qualità dei servizi ed efficenza della macchina comunale. Il capitale umano all’interno del nostro municipio è capitale collettivo, di tutta la città. Per questo abbiamo intenzione di rafforzare la nostra squadra: c’è bisogno di aprire a nuove assunzioni per investire sul nostro futuro. E oggi il futuro di Rende appare più che mai promettente. Siamo la città con il più alto trend di crescita della Calabria non a caso: sostenibilità e produttività, una classe dirigente dinamica, il polo universitario e quello industriale, innovazione sociale e cultura faranno di Rende la migliore città del sud”.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità