Furto Reliquie San Francesco di Paola del 1983, riaperta azione investigativa, l’apprezzamento dei Frati Minimi | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Furto Reliquie San Francesco di Paola del 1983, riaperta azione investigativa, l’apprezzamento dei Frati Minimi

I Frati Minimi del Santuario di Paola unitamente al loro Correttore P. Francesco Trebisonda e al Sig. Sindaco della Cittá di Paola avv. Roberto Perrotta, manifestano vivo apprezzamento al Generale dei Carabinieri Roberto Riccardi per la riapertura dell’azione investigativa sul furto sacrilego del 1983 che interessó le Reliquie di San Francesco di Paola, indagine ripresa dal comandante Taglietti e dalla sua Squadra e segnalata quest’oggi su Gazzetta del Sud.

Dal giorno dello sciagurato furto, i Frati Minimi fanno sapere che non hanno mai perso le speranze del ritrovamento e pertanto, non possono non benedire l’iniziativa messa in atto dalle Forze dell’ordine. Unitamente a tutti i devoti di s. Francesco sparsi in Italia e nel Mondo, auspicano, pertanto, la buona riuscita delle indagini e fanno partire anche loro un appello importante, affinché si collabori con tutte e le forze e con ogni mezzo per far ritornare nel Santuario di Paola il bottino disgraziatamente trafugato nel 1983. I reliquiari all’epoca rubati, sì sono molto preziosi – conclude p. Trebisonda – ma il valore affettivo che ad essi ancora ci lega é davvero singolare ed inestimabile. Grande apprensione, quindi, stanno manifestando tutti i devoti del Patrono della Calabria i quali si uniscono con speranza grande alle preghiere dei Frati Minimi.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità