Emergenza sanitaria, sarà istituito tavolo tecnico-istituzionale per la provincia di Cosenza | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Emergenza sanitaria, sarà istituito tavolo tecnico-istituzionale per la provincia di Cosenza

COSENZA – “Stamattina nel corso di una riunione di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocata dal prefetto Cinzia Guercio, per discutere della situazione generale, dell’efficacia delle misure di contenimento del contagio da Covid-19 e andamento della campagna vaccinale, ho ribadito la necessità di coinvolgere e ripristinare un dialogo con i sindaci, coloro che vivono il territorio, ne conoscono le esigenze, le dinamiche sociali, economiche. E non è ammissibile che, dopo più di un anno dall’inizio della pandemia, venga meno un coordinamento con le istituzioni sanitarie e regionali.

Si decide di istituire un ospedale Covid a Rogliano e il sindaco del Comune non viene informato adeguatamente o non sa ancora come sarà attrezzata la struttura, i cittadini chiamano noi sindaci perché non sanno a chi rivolgersi per avere notizie dei parenti che entrano in Pronto soccorso e vengono ricoverati in ospedale.  Spiace ricorrere a forme di protesta per far sentire la propria voce ma serve richiamare l’attenzione su un’emergenza sanitaria perenne.

Oggi, però, dobbiamo registrare un passo in avanti: finalmente è stato deciso di attivare un tavolo tecnico-istituzionale, più volte richiesto e mai attivato dalla Regione Calabria, per tutta la provincia di Cosenza, per confrontarci sull’emergenza Covid e le problematiche che stanno emergendo. Il commissario dell’Asp di Cosenza, Vincenzo La Regina, e il commissario dell’Azienda ospedaliera, Isabella Mastrobuono, hanno dato la propria disponibilità e nelle prossime ore insieme al presidente della Conferenza dei sindaci Flavio Stasi saranno decisi tempi e modalità”. Così Franco Iacucci, Presidente Provincia di Cosenza.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità