“Virtual Tour Calabria”, Spirlì: “Tesori da presentare al mondo” | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

“Virtual Tour Calabria”, Spirlì: “Tesori da presentare al mondo”

«È uno strumento che non avevamo. Si tratta di un libro aperto, vivo. Una presentazione virtuale, ma molto reale, dei nostri tesori, della nostra identità. In questa prima fase, abbiamo scelto 12 luoghi simbolici, ma contiamo di poter far confluire tutte le grandi bellezze del nostro territorio».

È quanto ha dichiarato il presidente della Regione, Nino Spirlì, durante la presentazione – che si è svolta nella sala Verde della Cittadella “Jole Santelli” di Catanzaro – del progetto “Virtual tour” della Calabria.

L’iniziativa, realizzata dal Gruppo Media, riguarda 12 siti calabresi di particolare interesse e fa parte del Piano esecutivo annuale d’immagine e promozione turistica 2021, approvato dalla Giunta regionale lo scorso 31 marzo.

All’incontro hanno preso parte la dirigente generale del dipartimento Segretariato generale, Eugenia Montilla, la dirigente del settore Promozione della Calabria e dei suoi asset strategici – Spettacoli e grandi eventi, Maria Antonella Cauteruccio e il project manager del Gruppo Media, Nicola Marotta.

Advertisement

IL PROGETTO 

L’obiettivo del progetto è di promuovere online, in maniera innovativa, il patrimonio storico, artistico e culturale calabrese. Un collegamento diretto ai siti internet e account social, attraverso virtual tour nei luoghi della cultura calabresi di particolare interesse turistico.

I siti coinvolti sono la Certosa di Serra San Bruno, il Santuario di San Francesco di Paola, il Santuario della Madonna di Polsi, la Villa romana di Casignana, l’area archeologica di Capo Colonna, l’area archeologica di Scolacium, il Parco d’arte Musaba, la street art di Diamante, il Castello e la chiesa di San Rocco di Fiumefreddo Bruzio (affreschi di Salvatore Fiume), il Castello di Corigliano Calabro, il Castello aragonese di Le Castella e il Castello Ruffo di Scilla.

«CI PRESENTIAMO AL MONDO» 

«È un modo – ha aggiunto Spirlì – per presentarci a distanza al mondo e per far conoscere siti che poi potranno essere visitati di persona con un successivo viaggio in Calabria. Ringrazio il Gruppo Media, il costo del progetto è stato di soli 73mila euro per un enorme lavoro di impaginazione e grafica».

«La Calabria – ha spiegato ancora il presidente – ha tante cose da mostrare. Prossimamente, sul portale ufficiale della Regione, lanceremo il relativo banner, per una promozione diversa. Ringrazio le dirigenti Montilla e Cauteruccio per tutto il supporto fornito alla mia attività, in particolare in questo ambito».

«L’attuale stagione turistica – ha concluso Spirlì – sta andando molto bene, perché abbiamo numeri bassi sui contagi e ricoveri. Invito a rispettare le regole, con mascherina e distanziamento, e mi rivolgo soprattutto ai più giovani: chi non si è sottoposto a vaccinazione, lo faccia».

MONTILLA: «MERAVIGLIE IN RETE» 

«Questo progetto – ha affermato Montilla – ci consente di mostrare le nostre meraviglie culturali e naturali attraverso la rete. Quest’anno siamo stati impegnati nella redazione del Piano di promozione turistica del 2021, ora stiamo lavorando a quello del 2022 con largo anticipo, in modo tale da consentire agli operatori turistici di realizzare la loro programmazione in linea con il nostro programma».

MAROTTA: «VALORIZZAZIONE CULTURALE» 

«Si tratta – ha spiegato Marotta – di un progetto di comunicazione turistica e di valorizzazione culturale. Negli ultimi due anni la tecnologia ha fatto passi da gigante e abbiamo creduto che il mondo virtuale possa aiutare il sistema turistico nella promozione dei luoghi, sfruttando gli scatti panoramici e il 3D».

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità