Sorical, Eni continua ad essere il fornitore energetico per il 2022 | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Sorical, Eni continua ad essere il fornitore energetico per il 2022

Eni sarà il fornitore di energia elettrica della Sorical anche per il 2022. Il fornitore è stato scelto agli esiti di una procedura di gara e nei giorni scorsi i legali rappresentanti della Sorical hanno stipulato il relativo contratto di fornitura.
Il mercato globale dell’energia elettrica, al pari di quello delle altre componenti energetiche, sta vivendo dei momenti di fortissima agitazione. Le quotazioni dell’energia elettrica negli ultimi mesi stanno avendo delle impennate mai viste in precedenza, raggiungendo ed anche superando valori dell’ordine dei 190-200 €/MWh, numeri assolutamente impensabili fino a pochi mesi addietro. Per comprendere la dimensione e l’impatto di tali aumenti di prezzo basti pensare che il prezzo unitario pagato da Sorical nel 2020 è stato di 64€/MWh che, per i complessivi consumi del sistema acquedottistico, ha condotto ad un costo di 28,3 milioni, mentre nel 2021, al costo unitario di 58 €/MWh, discenderà un costo complessivo di circa 27 milioni di euro.
Una così sfavorevole congiuntura economica impatterà notevolmente sui costi della società che dovrà fare fronte ad un rilevantissimo aumento del costo per l’approvvigionamento dell’energia elettrica.

Advertisement

Ai valori di oggi, oscillanti tra i 150-155 €/MWh, e sulla base delle più affidabili previsioni sull’andamento del prezzo nel corso dell’intero 2022, si valuta che il  costo complessivo potrà attestarsi intorno ai  40 milioni di euro con un’incidenza media sui costi operativi che supererà il 60%. In un tale scenario, con delle così vistose oscillazioni di prezzo, Sorical ha scelto una formula contrattuale in cui il prezzo sarà indicizzato all’andamento del mercato, auspicando di potere quindi fruire delle riduzioni che gli analisti prevedono si potranno avere per il 3° e 4° trimestre dell’anno.
“L’energia – spiega il direttore dell’Area Operativa di Sorical Ing. Sergio De Marco – è sempre stato un tema cui SORICAL ha dedicato massima attenzione. Una cospicua riduzione dei consumi è stata ottenuta ed ormai consolidata già da diversi anni in cui, pur a fronte di un aumento della quantità di acqua erogata, il fabbisogno di energia elettrica è staro ricondotto dagli oltre 224 GWh (milioni di kilowattora) del 2004 agli attuali 170-180 GWh con delle relative oscillazioni correlate alla maggiore o minore siccità che può rendere indispensabile attivare impianti di emergenza nel semestre maggio-ottobre e cioè i mesi della massima magra delle sorgenti in Calabria.”
Secondo il commissario di Sorical, Cataldo Calabretta, “una ulteriore riduzione dei consumi potrà ottenersi a fronte di una energica ripresa degli investimenti in efficientamento e ammodernamento degli impianti di pompaggio, telecontrollo ed automazione, generazione di energia da fonte idroelettrica, tutti ambiti nei quali SORICAL è pronta ad investire le risorse del PNRR.
Sorical, da quando è subentrata alla Regione Calabria nella gestione degli acquedotti, attraverso cospicui investimenti, ha già ridotto notevolmente i consumi di energia elettrica come è desumibile dal grafico in basso.

Advertisement
Advertisement

Commenta