Cane ucciso dai petardi a Crotone, il Partito Animalista Italiano chiede al comune divieto botti e petardi fino al 2 gennaio | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Cane ucciso dai petardi a Crotone, il Partito Animalista Italiano chiede al comune divieto botti e petardi fino al 2 gennaio

Il mondo animalista è sotto shock dopo la notizia venuta fuori ieri, anche dalla stampa, confermando come un cane mascotte del centro storico di Crotone, dal nome Musetto, a causa di uno o più petardi da parte di un gruppo di balordi, è rimasto ucciso.

Il Partito Animalista Italiano, tramite l’avvocato Cristiano Ceriello presidente del movimento, oltre ad aver presentato denuncia presso la Procura della Repubblica, sempre nella giornata di ieri con una lettera aperta ha chiesto al Sindaco di Crotone ed all’Amministrazione di deliberare “divieto “ad horas” dell’uso di botti, petardi e mortaretti su tutto il territorio comunale, sino alla fine delle feste o, in alternativa, sino al 2 gennaio 2022”. Questo anche in funzione della Campagna #BastaBotti2021 che, come negli altri anni, il Partito Animalista Italiano sta portando avanti sollecitando e invitando, anche tramite la spinta delle Prefetture, le Amministrazioni ad operare il divieto dell’uso di botti e petardi in questo fine anno, dannosi all’ambiente per l’inquinamento da diossina, pericolosi per le persone e ancora più pericolosi specialmente per gli animali.

Advertisement

Proprio per questo, conclude il Partito Animalista, proprio da Crotone serve un gesto importante che, anche per i tragici fatti accaduti, sia da esempio.

LETTERA APERTA ALL’ON. SINDACO DI CROTONE  e alla AMMINISTRAZIONE COMUNALE 

OGGETTO: Richiesta di divieto dell’uso di botti e petardi sino al 2 gennaio anche a seguito della tragedia occorsa nelle ultime ore al cane mascotte del centro storico “Musetto”

Ecc.mo Sindaco ed Amministrazione, 

il Partito Animalista Italiano, a nome degli oltre 160.000 elettori che alle ultime Elezioni Europee  2019 ci hanno fatto diventare il decimo Partito d’Italia, nonché degli elettori che hanno dato  consenso al nostro movimento anche alle ultime elezioni regionali della Calabria 2021, con la  presente fà seguito a quanto accaduto nelle ultime ore nel centro storico. 

 Anche quest’anno è in corso da parte nostra la Campagna “Basta Botti” (nello specifico  #BastaBotti2021) in cui invitiamo le Amministrazioni ad operare il divieto dell’uso di botti e petardi  in questo fine anno, dannosi all’ambiente per l’inquinamento da diossina, pericolosi per le persone  e ancora più pericolosi specialmente per gli animali. Constatiamo, anche con l’intervento delle  Prefetture che pure sono da noi stimolate all’azione, come il numero dei Comuni che stanno  operando i divieti stia crescendo, di anno in anno, e la sensibilità sia sempre maggiore. 

Advertisement

 Proprio per questo, alla luce della tragedia occorsa al povero cucciolo crotonese “Musetto”,  chiediamo all’Amministrazione un gesto importante e anche d’esempio, con il divieto “ad horas”  dell’uso di botti, petardi e mortaretti su tutto il territorio comunale, sino alla fine delle feste o, in  alternativa, sino al 2 gennaio 2022. 

Confidando in un Vs. sicuro riscontro, nel frattempo, cogliamo l’occasione per porgere i nostri  cordiali saluti. 

Avv. Cristiano Ceriello 

Presidente – Partito Animalista Italiano

Advertisement

Commenta