Caro Benzina, esposto a tutte le Procure della Repubblica d’Italia del Partito Animalista Italiano: è colossale truffa? | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Caro Benzina, esposto a tutte le Procure della Repubblica d’Italia del Partito Animalista Italiano: è colossale truffa?

Il Partito Animalista Italiano, con il suo presidente Avv. Cristiano Ceriello, ha formalizzato a tutte le Procure della Repubblica d’Italia oltre 103 esposti con cui chiede l’apertura di fascicoli per valutare se gli aumenti dei carburanti siano frutto di truffe e comportamenti sleali di mercato. I prezzi della benzina che del diesel, degli ultimi giorni, hanno portato i carburanti a prezzi esorbitanti, anche a superare sui tratti autostradali il prezzo di E 2,50 al litro. Ciò palesando in circa una settimana anche aumenti che hanno superato 0.60/0.70 centesimi al litro, tra gli altri vengono segnalate circostanze in cui sui territori a pochi chilometri di distanza i prezzi divergano anche di 0.20/0.25 centesimi al litro.

Advertisement

Eppure, sostiene il Partito Animalista nell’esposto, come noto, nel settore commerciale, l’acquisto del petrolio per la raffinazione e successiva vendita al consumo, verte sul cosiddetto “mercato del petrolio”, difatti il prezzo dei carburanti, dato dalla somma di tre voci: 1) il Platts, il valore dei carburanti a livello internazionale; 2) il margine lordo dell’industria petrolifera; 3) la tassazione (composta dalle accise e dall’IVA). La somma di queste tre componenti determina il prezzo finale di benzina e diesel, quello che paghiamo alla pompa quando facciamo rifornimento.

Per il Partito Animalista Italiano, che propone anche modalità di calcolo del prezzo al consumatore, di conseguenza, visto il lasso di tempo precedente alla vendita al consumo, l’attuale vendita al consumo non pare giustificare i prezzi applicati agli utenti. Pertanto, conclude l’avv. Ceriello, si propone esposto per il caro benzina di quest’ultima settimana e giorni, con aumenti di prezzi al consumatore di benzina e diesel su tutto il territorio nazionale, situazione sta creando non solo danni al comparto economico, ma anche ai consumatori, famiglie e nel nostro caso volontari e staffette animaliste, oramai sofferenti, “prostrati” da prezzi insostenibili del carburante.

Advertisement

Vedremo nei prossimi giorni cosa decideranno le Procure della Repubblica Italiane.”

Advertisement

Commenta