Morte improvvisa e prevenzione. Convegno di cardiologia il 17 a Belvedere Marittimo | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Morte improvvisa e prevenzione. Convegno di cardiologia il 17 a Belvedere Marittimo

Morte improvvisa e attività di prevenzione sul territorio al centro del convengo di cardiologia che si terrà nel salone comunale del museo del mare di Belvedere Marittimo il prossimo 17 settembre a partire dalle 9.30, promosso dalla casa di cura “Tirrenia Hospital” di Belvedere Marittimo insieme al Comune di Belvedere e all’associazione “Calabria Cardioprotetta”, nell’ambito di tre giorni intensi che vedranno il sodalizio impegnato da Belvedere a Lamezia Terme passando per Gizzeria nella promozione della cultura del primo soccorso e della cardioprotezione.

All’evento interverranno: Giorgio Ventura, primario di cardiologia Utic del Tirrenia Hospital e membro della rete di Calabria Cardioprotetta; Giuseppe Bencardino, dirigente medico presso Tirrenia Hospital e membro della rete di Calabria Cardioprotetta; Antonello Capano, medico di medicina generale e rappresentante Aft Scalea; Giuseppe Colangelo, dirigente medico Cardiologia Utic di Sarno e presidente onorario “Calabria Cardioprotetta”; don Gianfranco Belsito, parroco della parrocchia di Maria Santissima del Roario di Pompei; Oreste Gallo, operatore del 118 di Cosenza e istruttore certificato di Italian Resuscitation Concil; Francescantonio Rosselli dirigente cardiologia Ospedale Civile “S. Francesco di Paola”; Antonio Lancellotta referente “Le GreenHouse”; il sindaco di Belvedere Vincenzo Cascini.

In occasione del convegno, saranno installati quattro defibrillatori pubblici semiautomatici nel territorio del comune di Belvedere Marittimo che fanno seguito all’installazione dei presidi in varie realtà dell’alto tirreno calabrese. Per il sindaco di Belvedere Cascini, “questa iniziativa ha un valore eccezionale, non solo perché porta 4 defibrillatori sul territorio, ma perché ha unito le professionalità di colleghi per ottenere un risultato eccellente. Si è inteso portare avanti una protezione cardiologica con l’assistenza di persone qualificate in modo da dare una assistenza vera. Aver creato tale movimento vuol dire espandere la cultura medica alla popolazione, e dare una immagine della professione medica senza divisioni”.

Advertisement

Il convegno è organizzato dalla clinica “Tirrenia” di Belvedere Marittimo con primaria cardiologia Giorgio Ventura e cardiologo Giuseppe Bencardino che ha collaborato all’installazione del defibrillatore a S. Maria del Cedro.

Advertisement

Commenta