L'Unico Concorso di Body Painting d'Arte d'Italia ritorna a Cosenza l'8 Luglio: Rabarama Skin Art Festival | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

L’Unico Concorso di Body Painting d’Arte d’Italia ritorna a Cosenza l’8 Luglio: Rabarama Skin Art Festival

body_painting_cosenza_3COSENZA – Il Rabarama Skin Art Festival (www.rabaramaskinartfestival.com), nato nel 2014 e giunto alla terza edizione, è il primo ed unico importante concorso dedicato al body painting d’arte, nato dalla collaborazione tra la scultrice di fama internazionale Rabarama e il brand leader nel settore della cosmetica professionale, Kryolan.

Il Festival consiste in selezioni nelle maggiori città Italiane durante l’estate e nell’evento finale al Kurhaus di Merano (BZ) il giorno 1 Ottobre 2016.

La semifinale per la Calabria e Basilicata, si svolgerà il giorno 8 Luglio 2016, organizzata da Ame Aura Mediterranea.

Il Rabarama Skin Art Festival è l’unico evento di rilievo nazionale ad avere come obiettivo specifico quello di “traghettare” il body painting nell’ambito dell’arte contemporanea, alla stregua di fotografia, arte digitale, ecc.
Nelle edizioni sin qui svoltesi, il livello qualitativo artistico è costantemente cresciuto assieme al numero dei partecipanti, generando un notevole interesse mediatico e nel pubblico degli addetti e non.

L’edizione del 2016 si caratterizza per un’ ulteriore espansione delle sedi delle selezioni locali e dalla ancor maggiore attenzione all’elemento artistico.

La semifinale per la Calabria, organizzata da Ame Aura Mediterranea, si svolgerà l’8 Luglio 2016 e i vincitori (uno per la categoria Pro e uno per gli Esordienti) avranno accesso alla finale di Merano (infoline: info@ameauramediterranea.it).

La base concettuale del Festival è il Manifesto della Skin Art (http://bit.ly/ManifestoSkinArt) che proclama la valenza artistica della pittura su corpo, come dichiara Rabarama: “Come l’arte contemporanea non si cura eccessivamente della parte ‘decorativa’ ma questa nasce spontaneamente da una primaria e forte spinta creativa a dare forma ad un concetto, una sensazione, così la pittura su corpo si può slegare dalla ricerca dell’effetto visuale puro (sfumature sofisticate, bei disegni, ecc.) per essere invece puro mezzo espressivo che si connota per la specificità di usare un corpo vivente come tela, con tutto quello che ne consegue, la forza creativa unita alla naturale vitalità dei corpi.”

Il Rabarama Skin Art Festival è oggi un evento unico e di portata internazionale che sta spostando i confini dell’arte contemporanea e trasmettendo la passione per il body painting a sempre più artisti e persone.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità