Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia. Domani al Rendano cerimonia di affido dei monumenti adottati e presentazione del progetto | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia. Domani al Rendano cerimonia di affido dei monumenti adottati e presentazione del progetto

rendanoCOSENZA – Nell’incontro a Roma il 28 ottobre scorso in Campidoglio, 70 sono state le scuole premiate con medaglie d’oro e d’argento, solo inserite nel MEDAGLIERE D’ONORE perché l’importo destinato ai premi e ai rimborso viaggio è stato devoluto alle popolazioni scolastiche del sisma.


In quella occasione, la scuola di Cosenza l’ l’I.T.C. Monaco, con il suo lavoro sulla Croce Bizantina e il Museo Diocesano, ha ricevuto la medaglia d’oro, e contestualmente abbiamo annunciato il lancio delle “cerimonie di affido dei monumenti” nei nuovi Comuni che, anche grazie alla collaborazione con l’ANCI, sono entrati a far parte della Rete Nazionale La Scuola adotta un monumento.®
Nella Regione Calabria 52 sono state le scuole partecipanti e la prima cerimonia di affido dei monumenti adottati parte dalla Città di Cosenza dove hanno partecipato

I.C. COSENZA1 – ZUMBINI: Colombe della Pace di C. Baccelli e B. de Luca

I.T.I. A. MONACO: Museo Diocesano e la Croce Bizantina ( medaglia oro)

LICEO CLASSICO B. TELESIO: La Chiesetta dello Spirito Santo

LICEO SCIENTIFICO G.B. SCORZA: MAB – Museo all’Aperto Bilotti

Delle 4 scuole di Cosenza, presenti al Teatro Rendano domani alle 10 per ricevere in “affidamento” dal Sindaco i monumenti che hanno adottato, saranno proiettati i video realizzati per il Concorso e che sono stati inseriti nell’Atlante dei Monumenti Adottati www.atlantemonumentiadottati.it, un vero e proprio ATLANTE virtuale che illustra i primi 700 monumenti, scelti, studiati, raccontati e amati da 18.000 studenti italiani.

E così chiese, palazzi, castelli, piazze, fontane, monumenti ai caduti, biblioteche, musei, parchi, fiumi, canali, strade, ponti, sentieri, grotte, alberi, spiagge, baie, torri, siti archeologici, edicole votive, sono diventati oggetto di conoscenza e amore. I ragazzi, uscendo dalle mura scolastiche, hanno incontrato il loro mondo e hanno deciso di prendersene cura adottandolo.

In considerazione del successo straordinario del Concorso 2015-2016, che ha visto la partecipazione di 700 scuole di 350 comuni delle 20 regioni, d’intesa con il MIUR e il MIBACT, abbiamo lanciato per l’anno 2016-2017, un nuovo Bando che, partendo da Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia e dall’Atlante con i loro lavori, vada ad arricchirlo e a costruire l’Archivio nazionale dei Monumenti adottati dalle scuole italiane.

Un Archivio speciale perché costruito da questo che è un vero e proprio esperimento di didattica dei beni culturali attraverso il lavoro in classe e sul campo di migliaia di studenti e docenti impegnati con passione nel progetto.

Intervengono con il Sindaco Mario Occhiuto

Giuseppe Chidichimo, Università della Calabria

Don Salvatore Fuscaldo, Museo Diocesano

Angela Acordon, Polo Museale della Calabria

Mirella Stampa Barracco, Fondazione Napoli Novantanove

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità