Minacce per non pagare debito. 73enne del reggino posto ai domiciliari con l'accusa di tentata estorsione | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Minacce per non pagare debito. 73enne del reggino posto ai domiciliari con l’accusa di tentata estorsione

BOVALINO (REGGIO CALABRIA) – Personale del Commissariato di Polizia di Bovalino ha eseguito un’ordinanza di arresti domiciliari emessa dal gip di Locri, su richiesta della Procura, nei confronti di un imprenditore di Bianco, B.D., 73 anni, già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo è accusato di tentata estorsione nei confronti di un altro imprenditore. In particolare, avrebbe minacciato la vittima, anche di morte, affinché non azionasse un credito che vantava nei suoi confronti, anche riconosciuto giudizialmente con sentenza della Corte d’appello di Reggio Calabria che condannava B.D. al pagamento di circa 80 mila euro. La vittima, però, si è lasciata intimorire ed ha proseguito nell’attività di recupero del credito, denunciando l’accaduto alla Polizia. Gli investigatori hanno quindi ricostruito i fatti che ha portato all’emanazione e all’esecuzione del provvedimento restrittivo.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità