L'arrivo di altri 19 artisti inaugura la fase autunnale del progetto di residenza artistica "BoCs Art" | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

L’arrivo di altri 19 artisti inaugura la fase autunnale del progetto di residenza artistica “BoCs Art”

bocs_art_1COSENZA – Il progetto di Residenza Artistica Cosenza 2015, curato da Alberto Dambruoso – storico, critico d’arte e direttore artistico de ‘I martedì critici’ – riapre i BoCs Art del Viale degli Artisti, per la sessione autunnale che, in più fasi, si svilupperà dal 5 settembre al 1° novembre.
“Il progetto – afferma lo stesso Dambruoso – si arricchisce di personalità artistiche che provengono dall’estero, lasciando prefigurare una nuova importante stagione, dopo quella estiva che ha fatto da cassa di risonanza alla residenza artistica di Cosenza portandola all’attenzione della stampa specializzata nazionale”.
Ricordiamo che dal 4 luglio al 2 agosto, in due differenti gruppi, la residenza ha ospitato una trentina di artisti, che hanno interagito con la città, portando sul territorio le loro performance e realizzando un’opera rimasta alla città di Cosenza.
Sabato 5 settembre, alle ore 20.30, presso i Box Art, il Sindaco Mario Occhiuto, l’Assessore al turismo e comunicazione Rosaria Succurro, il curatore del progetto Alberto Dambruoso accoglieranno i 18 artisti (uno raggiungerà il gruppo lunedì prossimo) che resteranno in città fino al 19 settembre.
Accanto a nomi internazionali del panorama artistico contemporaneo, ci piace citare il cosentino Niccolò De Napoli. Ecco comunque il gruppo al completo: Mauro Di Silvestre, Teresa Iaria, Francesco Cervelli, Iginio De Luca, Angelo Bellobono, Piotr Hanzelewicz, Luca Padroni, Baris Sanbas, Ninni Donato, Paolo Grassino/ Vincenzo Rusciano, Niccolò De Napoli, Alessandro Fonte + Shawnette Poe, Lena Von Lapschina, Vanessa Alessi, Paolo Assenza, Tothi Folisi, Federico Lombardo, Angela Pellicanò e Giovanna Martinelli.
Si andrà dunque arricchendo anche il patrimonio artistico che dovrà costituire il nucleo di un prossimo Museo dell’Arte Contemporanea.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità