Esce il nuovo numero di “STRINGHE”, la rivista di divulgazione scientifico-culturale dell’Università della Calabria | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Esce il nuovo numero di “STRINGHE”, la rivista di divulgazione scientifico-culturale dell’Università della Calabria

unical_stringhe_copertinaARCAVACATA DI RENDE (COSENZA) – “Lo trovo bello e ricco di contenuti, in grado, forse più di altre volte, di mettere in luce numerose e importanti attività scientifiche e di ricerca del nostro Ateneo, rendendole fruibili al grande pubblico, particolarmente agli studenti”: così il magnifico rettore Gino Mirocle Crisci presenta il nuovo numero di STRINGHE, la rivista di divulgazione scientifico-culturale dell’Università della Calabria.

Il periodico, diretto da Francesco Kostner, responsabile dell’U.O.C. Relazioni esterne e Comunicazione dell’Ateneo di Arcavacata, vanta un approfondito faccia a faccia con la Lady della Fisica Fabiola Gianotti, direttrice del Cern di Ginevra.

Ma sono numerosi gli argomenti trattati: dagli squali, alle tartarughe, alla meteorologia e alle missioni spaziali, alla matematica, alle macchine da corsa (progettate e realizzate dagli studenti), alla prevenzione idrogeologica, alle possibili soluzioni per il gravissimo problema della carenza idrica, alla politica criminale nella “rete”.

Temi, sottolinea nel suo editoriale Francesco Kostner, “a nostro parere molto interessanti che, in ogni caso, confermano il livello, la varietà e l’importanza dei risultati che i ricercatori dell’Università della Calabria ottengono, anche a livello internazionale”.

Insieme a STRINGHE viene pubblicato un supplemento dedicato alla Dieta mediterranea, realizzato in collaborazione con la Regione Calabria, che raccoglie gli interventi della Conferenza internazionale sul tema: “La cultura del cibo mediterraneo nel mondo specializzato”, ospitata ad ExpoMilano 2015, alla quale il dipartimento di Farmacia e Scienze della Nutrizione e della Salute dell’Unical ha assicurato un significativo contributo.

L’iniziativa ha preceduto la Conferenza internazionale sullo stesso tema, organizzata il 25 novembre dello scorso anno dallo stesso dipartimento dell’ateneo di Arcavacata, con il patrocinio della Commissione nazionale italiana per l’UNESCO. Un evento caratterizzato dalla presenza dell’ambientalista indiana Vandana Shiva e dei rappresentanti dei paesi del cosidetto dossier UNESCO (Italia, Grecia, Cipro, Croazia, Portogallo, Spagna e Malta), con i quali l’Università della Calabria e la Regione Calabria hanno sottoscritto un agreement finalizzato a valorizzare il patrimonio storico, culturale e salutistico rappresentato dalla Dieta mediterranea.

Advertisement

STRINGHE, infine, mette in luce l’efficace lavoro di alcune scuole segnalate dall’Ufficio scolastico regionale, la cui preziosa collaborazione consente, in ogni numero della rivista, di mettere a fuoco le migliori esperienze educative della regione.

Advertisement

Commenta