Castrovillari, la prima edizione dell'Estate di San Martino | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Castrovillari, la prima edizione dell’Estate di San Martino

imageCASTROVILLARI (COSENZA) – “Il capoluogo del Pollino, imperterrito, continua a battere la strada della sinergia Istituzione, Capacità degli uomini e donne del lavoro, Esistente, Produzioni Tipiche e Risorse per costruire e tessere opportunità nell’interesse della crescita e dello sviluppo delle realtà identitarie dell’intero Territorio.”

Così Il Sindaco , Domenico Lo Polito, e la Vice ed Assessore alle Politiche Agricole, Turistiche e del Lavoro, Francesca Dorato, hanno spiegato le ragioni ed il varo dell’iniziativa voluta dall’Amministrazione (che guarda i Comuni vicini in quel principio di filo rosso che vuole legare le tante peculiarità) ed intitolata “Estate di San Martino”, ringraziando tutti i soggetti che hanno reso possibile ed organizzato questo momento, il quale arricchisce, rilancia e colma il novembre castrovillarese, “diffondendo- ha precisato il presidente del Consiglio, Piero Vico- l’agroalimentare con tutte le sue importanti ricadute”.
La manifestazione è stata presentata oggi nel palazzo di città di Castrovillari, presenti, tra gli altri i consiglieri comunali, Serena Carrozzino e Peppino Pignataro.
La prima edizione della rassegna enoculturale, in programma da venerdì 11 a domenica 13 novembre nel Castello Aragonese, prevede mostre, convegni, presentazioni di libri, performance artistiche, show cooking (momenti di cucina a vista) e convegnistica in presa diretta di approfondimenti per le scuole; le degustazioni, per di più, coinvolgeranno il pubblico già dal primo giorno.
L’evento, che è sostenuto dal Parco Nazionale del Pollino e da diversi sponsor e capacità artigianali locali, include produttori, imprenditori di settori d’eccellenza e rappresentanti istituzionali a più livelli; questo accoglierà al suo interno il decimo “Salone-concorso miglior vino novello del Meridione”, diretto dal giornalista- sommelier Tommaso Caporale; l’appuntamento è l’ unico – spiega il promotore dell’iniziativa che ha precisato dettagliatamente nel suo contributo la portata della tre giorni per la formazione ed informazione del pubblico- di esposizione e degustazione dei vini novello in Italia, che coinvolge le cantine di Calabria, Sicilia, Campania, Puglia, Basilicata e Sardegna. E’ tra queste che verrà scelto il Miglior novello del Meridione 2016 il quale sarà premiato domenica 13 novembre in un’apposita manifestazione, con tante personalità, a partire dalle ore 17,30 sempre nel maniero, ubicato nel rione Civita, il cosiddetto “salotto antico” della città.
L’idea, nel suo contesto, prevede una vetrina mercato delle migliori produzioni agroalimentari del Territorio, tempestata dai vini novello e da quelli tradizionali Dop e Igp del Pollino con incontri, approfondimenti e sensibilizzazione sul bere responsabile che verrà affrontato in un incontro il 12 novembre con una valente professionista dell’Azienda Sanitaria di Cosenza.
La mattinata di Sabato sarà dedicata alle visite degli alunni delle scuole primarie, a cui verrà proposto un incontro di educazione civica sulla sana alimentazione ed il corretto rapporto che bisogna avere con il cibo, sempre più fulcro delle manifestazioni che hanno al centro il patrimonio enogastronomico del nostro Paese tra le intramontabili e caratterizzanti produzioni tipiche. Un’altro momento nello stesso giorno coinvolgerà pure gli studenti dell’Alberghiero con approcci dedicati e dove i temi dell’alimentazione sana , naturale e sostenibile saranno i cardini delle varie interlocuzioni, laboratori didattici e degustazioni guidate ai quali musica e arte faranno da compagni attenti di questo cammino.
Domenica, poi, ancora una chicca di tutto rispetto per esaltare le eccellenze endogene con la prima edizione del “Vinogiro del Pollino”: tour guidato (introdotto da un corteo di auto storiche) tra le autorevoli cantine della Zona, e prima tappa a quella del “Feudo dei Sanseverino” a Saracena, per arrivare , poi, a Campoverde di Castrovillari e dai Vigliaioli del Pollino di Frascineto (in provincia di Cosenza); qui il collegamento anche al circuito del Movimento Turismo del Vino della Calabria, Associazione che raccoglie circa mille fra le più autorevoli cantine d’Italia, scelte su specifici requisiti a partire dalla qualità dell’ospitalità enoturistica.
L’offerta gastronomica prevede anche un angolo dedicato alla pizza che accoglierà pure il premio “Pizza di San Martino” per la migliore realizzata da accompagnare al vino novello che verrà proposta a tutte le pizzerie per inserirla nel proprio menù come espressione d’eccellenza del gusto identitario locale.
Il concerto del cantautore Povia, unica Tappa in Calabria di presentazione del suo nuovo disco “ContrOrdine mondiale”, poi , concluderà la ricca tre giorni di promozione delle peculiarità identitarie dei luoghi.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità