Cosenza, "Lockdown", un cortometraggio dedicato a chi ha perso la battaglia contro il Covid-19 e a chi ha combattuto in prima linea per contrastare il virus | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Cosenza, “Lockdown”, un cortometraggio dedicato a chi ha perso la battaglia contro il Covid-19 e a chi ha combattuto in prima linea per contrastare il virus

RENDE (COSENZA) – “Dedicato a chi ha perso la battaglia contro il Covid-19 e a chi ha combattuto in prima linea per contrastare il virus”. Questa scritta appare alla fine del cortometraggio realizzato da due giovani di Rende (Cs), Emanuele Covello e Marco Roccia.

“Lockdown” è il titolo che i due hanno deciso di dare all’opera, un termine che abbiamo imparato ad usare in questi mesi difficili per tutta l’umanità. L’obiettivo è stato quello di trattare il tema delicato del coronavirus e di conseguenza del lockdown: come un ragazzo, comune, deve affrontare la solitudine e il distanziamento dalla ragazza, che abita in un altro comune.
Il film è diretto da Emanuele Covello e scritto da Marco Roccia, le riprese sono state effettuate in provincia di Cosenza, a Rende, però ovviamente in un sola casa, trattando il tema del distanziamento sociale e della chiusura.

In sottofondo la voce di Giuseppe Conte, il Presidente del Consiglio, in una delle sue dirette per comunicare con il Paese; e poi un giovane, che gira per casa, lontano dalla sua amata, incredulo per quanto sta accadendo nel mondo.

Emanuele e Marco hanno la passione per il cinema, sperano un giorno di riuscire a praticarla come vera e propria professione, “magari anche al Sud, perché no? Riuscendo a valorizzare le bellezze del posto e creando una base cinematografica solida anche qua” ci dicono.

Intanto con questo lavoro hanno messo “nero su bianco” una fase della nostra vita, e loro, hanno voluto mostrarcela per come l’hanno vissuta.
Oltre a “Lockdown” i due hanno prodotto altri cortometraggi, tra cui uno che è stato anche in selezione ufficiale ad un festival londinese.

 

IL VIDEO

 

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità