Castrovillari, la commissione Cultura incontra i dirigenti scolastici | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Castrovillari, la commissione Cultura incontra i dirigenti scolastici

OLYMPUS DIGITAL CAMERACASTROVILLARI (CS) – La Commissione “Sport , Turismo, Pubblica Istruzione, Cultura e Tempo Libero” del Comune di Castrovillari, presieduta dalla consigliere Serena Carrozzino e composta da Serafina Astorino, Dario D’Atri, Carmine Lo Prete, Onofrio Massarotti, ha incontrato questa mattina, nella sala delle rappresentanze dell’Ente, al primo piano di palazzo Gallo, i dirigenti scolastici per iniziare una serie di approfondimenti per recepire e valutare proposte, legati alle esigenze delle scuole e, più precisamente, a ciò che riguarda il loro dimensionamento con tutto ciò che comporta tale materia per i bisogni formativi ed educativi, nonché organizzativi, dell’istruzione pubblica sul territorio castrovillarese.

Advertisement

Alla riunione erano presenti il Sindaco, Domenico Lo Polito, l’Assessore alla pianificazione sociale, Pino Russo, il presidente del Consiglio , Piero Vico, e la presidente della Commissione Bilancio , Francesca Dorato.

Un’accurata ed attenta analisi – nella quale i dirigenti presenti hanno rappresentato le tante difficoltà logistiche strutturali che si trovano ad affrontare quotidianamente- che – è stato ricordato- continua a vedere impegnata questa Amministrazione comunale (la quale già nella precedente consiliatura si era attivata con proprie azioni in tal senso) a tutela sia del principio della continuità didattica che della fruizione di tutti gli insegnamenti oltre che del mantenimento della sede di servizio di questi.

Il confronto, dunque, punta a salvaguardare l’organizzazione didattica ed i lavoratori della scuola, per rispondere al meglio al bisogno educativo degli studenti quali veri riferimenti di questa azione, senza perdere di vista le necessità che urgono all’interno del sistema ma che non possono, comunque, non tenere conto di ciò che la scuola è chiamata a svolgere sempre più affinché in essa avvengano effettive esperienze di educazione, cioè di una acquisizione critica e personale di una concezione globale dell’esistenza.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità