Avviato corso di scrittura creativa nel carcere di Paola | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Avviato corso di scrittura creativa nel carcere di Paola

Avviato corso di scrittura creativa nel carcere di PaolaPAOLA (COSENZA) – Il valore terapeutico delle parole, la scrittura come esercizio, scoperta di sé, di un orizzonte nuovo capace di liberare energie. Sono sedici i detenuti della sezione attenuata del carcere di Paola in provincia di Cosenza, allievi del corso di scrittura creativa promosso dall’associazione LiberaMente nell’ambito del progetto “Liberi di leggere” finanziato dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

Italiani e stranieri, giovani e adulti impegnati nella redazione di racconti. Lavori che saranno pubblicati in un libro al termine del percorso didattico.

Le lezioni tenute dalla giornalista e scrittrice Rosalba Baldino, la quale sottolinea “L’Impegno e costanza degli allievi nel seguire le lezioni” “C’è curiosità e – aggiunge – voglia di far conoscere fuori, il mondo che hanno dentro”.

“Arrivano da realtà differenti, appartengono a generazioni diverse, alcuni hanno difficoltà con l’italiano.” “la narrazione – conclude la giornalista- diventa il collante per esperienze lontane e per mondi impressi nella mente che attraverso l’inchiostro diventano visibili sul foglio bianco”.

Il progetto ricorda il presidente di LiberaMente Francesco Cosentini prevede la gestione di una biblioteca interna al carcere e la realizzazione di reading e incontri con l’autore” “ Coinvolti nell’iniziativa le case circondariali di Paola e Cosenza, dove il corso di scrittura creativa sarà avviato prossimamente” A Paola preziosa la collaborazione dei volontari del Centro Pier Giorgio Frassati : Mariella Fornario, Daniela Pizzini e Ada Bonelli.

L’iniziativa voluta dal direttore della casa circondariale dott. Caterina Arrotta ha ottenuto il riconoscimento del premio internazionale “Antonio Proviero”.

“Nel progetto – conclude il presidente Cosentini- saranno coinvolti i cittadini tramite la possibilità di lasciare un libro sospeso in libreria, destinandolo alla biblioteca del carcere”.

Attualmente , secondo i dati presenti sul sito del Ministero della Giustizia, i detenuti a Cosenza sono 216 e a Paola 189. In tutta la Calabria 2388.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità