Corigliano, sicurezza: due progetti per adeguamento sismico scuole | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Corigliano, sicurezza: due progetti per adeguamento sismico scuole

CORIGLIANO CALABRO (COSENZA) –  Favorire iniziative volte al miglioramento della sicurezze e della fruibilità degli ambienti scolastici. Promuovere sul territorio comunale la prevenzione del rischio sismico attraverso interventi di adeguamento degli edifici scolastici.

Sono, questi, gli obiettivi sottesi alla manifestazione di interesse, alla quale il Comune ha partecipato, per la concessione di contributi da parte della Regione finalizzati all’esecuzione di interventi di adeguamento sismico o, eventualmente, di demolizione e ricostruzione degli edifici scolastici.

A darne notizia è l’assessore alla cultura Tommaso MINGRONE sottolineando che l’attenzione alla sicurezza scolastica, attraverso risorse proprie ed intercettando fondi extrabilancio, si conferma una delle priorità dell’Esecutivo GERACI.

Nei giorni scorsi la Giunta ha approvato due progetti definitivi: uno per la scuola elementare L.Ariosto con un investimento complessivo di 800 mila euro, l’altro per la scuola media V.TIERI per un importo di 2.757.555,28 euro.

La scelta delle due scuole – spiega MINGRONE – è avvenuta in base al loro grado di vetustà essendo state costruite negli anni Settanta ed essendo le più bisognose di interventi di ristrutturazione e di manutenzione straordinaria sui servizi. In questo modo – conclude – pensiamo di risolvere definitivamente, se i progetti saranno finanziati, i problemi strutturali delle due scuole.

L’approvazione dei due progetti è in linea con gli indirizzi del POR Calabria FESR FSE 2014/2020 che ha tra gli obiettivi la qualificazione del sistema regionale di istruzione e di formazione professionale in coerenza con i fabbisogni espressi dal sistema produttivo, in linea con i requisiti previsti dalle raccomandazioni europee.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità