Cosenza, interrogazione del Consigliere Francesco Spadafora per le numerose perdite idriche non riparate da molti mesi | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Cosenza, interrogazione del Consigliere Francesco Spadafora per le numerose perdite idriche non riparate da molti mesi

COSENZA – Le innumerevoli perdite idriche sulla rete idrica cittadina e i ritardi sugli interventi di riparazione, in alcuni casi di otre tre mesi, sono al centro di un’interrogazione inviata al Sindaco dal Consigliere Francesco Spadafora.

Nel documento trasmesso al Sindaco si domanda se lo stesso è a conoscenza dei gravi disagi che stanno subendo i cittadini a causa delle numerose perdite idriche disseminate lungo tutto il territorio cittadino.

Il Consigliere bruzio fa presente che si tratta di oltre cinquanta (50) perdite idriche, molte delle quali abbondanti e tutte riscontrate dai tecnici comunali in servizio al servizio idrico.

Alcune di queste oltre a risalire ai mesi di settembre, ottobre e novembre, risultano essere notevolmente pericolose poiché potrebbero arrecare danni a cose o persone.

E’ il caso, per esempio, di quella che fuoriesce dal muro sottostante la strada che collega Casali al resto del centro storico, ovvero la zona del Vallone di Rovito nel quale sorge il monumento eretto ai Fratelli Bandieri, dove fuoriescono copiosi litri di acqua che rischiano di far crollare il muro e la strada notoriamente trafficata.

Altra situazione di pericolo che viene segnalata nell’interrogazione è quella di località Colli, contrada posta nella frazione di Donnici, constatata personalmente dallo stesso consigliere, nella quale da più di un mese l’abbondante dispersione del prezioso liquido si infiltra sia nelle fondamenti di alcune abitazioni che nei giardini privati delle stesse.

Ulteriori perdite, comunicate sempre dai cittadini agli uffici preposti comunali, si registrano in via De Rada, nelle zone di Albo San Martino e Casino Bosco, in via ex Provinciale a Donnici, nonché sopra il quartiere di Portapiana, ossia lungo la ex strada statale 19 delle calabrie, dove da diverso tempo da un muro di contenimento scorre a dismisura un’impressionante quantitativo di acqua potabile.

Spadafora, inoltre, mette al corrente il primo cittadino che l’elenco delle rotture è ancora lungo e rischia di lievitare se non vengono immediatamente presi degli adeguati provvedenti per fermare tale fenomeno che sta generando un notevole e comprensibile malcontento dei cittadini, i quali rimangono sempre più increduli davanti a questo incessante spreco della preziosa risorsa idrica.

Lo stesso Consigliere, pertanto, sollecitato dai cittadini per la risoluzione della presente problematica, fa osservare altresì che quanto segnalato oltre a determinare un immenso spreco di acqua potabile, genera disagi e pericolo di sicurezza per i pedoni, gli automobilisti, i motociclisti e pedoni.

Per tali motivi, attraverso il documento trasmesso in data odierna, chiede al sindaco se la Giunta è a conoscenza delle situazioni sopra descritte e se intende adottare urgenti provvedimenti per eliminare le numerose perdite idriche che ormai persistono da diverso tempo in tutto il territorio cittadino, le quali generano disagi e problemi all’incolumità pubblica.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità