San Giovanni in Fiore, Oliverio (Psi): “La verità sul finanziamento di 1milione e 700mila euro per potenziamento rete idrica cittadina” | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

San Giovanni in Fiore, Oliverio (Psi): “La verità sul finanziamento di 1milione e 700mila euro per potenziamento rete idrica cittadina”

“San Giovanni in Fiore ottiene un finanziamento pari a 1milione e 700 mila euro per il potenziamento e l’ammodernamento  della rete idrica cittadina. Di ciò ha dato immediata comunicazione il sindaco, Rosaria Succurro, che se ne è intestata il merito. A questo proposito mi sovviene un antico e nobile detto napoletano “Chi si appropria del lavoro altrui per farsene vanto, prima o poi viene sempre scoperto” e schernito”. E’ quanto afferma il segretario del Psi di San Giovanni in Fiore, Giovanni Oliverio, con riferimento  all’annuncio dell’imponente finanziamento regionale, su cui ritiene si debba fare chiarezza, non tanto per vantare meriti, ma per onorare la verità.

“Non è mai giusto nè corretto appropriarsi del lavoro altrui – prosegue Oliverio – soprattutto quando si deve rendere conto alla collettività. A tal fine è opportuno ricordare che il finanziamento di 1milione e 700mila euro deriva dall’Accordo di Programma del biennio 2018-2019  per l’ “Ingegnerizzazione delle reti idriche urbane e lavori di manutenzione straordinaria, funzionanti alla riduzione delle perdite del prezioso liquido nei Comuni delle cinque provincie calabresi superiori a 5.000 abitanti e nei Comuni serviti dallo schema acquedottistico Abatemarco-Comuni della Provincia di Cosenza.  Si tratta, dunque, di un progetto  dalla passata Giunta Regionale per il quale il finanziamento programmato per San Giovanni in Fiore era di 2milioni e 157mila euro. Sulla base di quel programma oggi si è firmato un altro  Accordo di Programma rientrante  nel “Patto per lo sviluppo della Regione Calabria. Attuazione degli interventi prioritari ed individuazione delle aree di intervento per il territorio”, in cui l’originario finanziamento 2milioni e 157mila euro è stato decurtato a 1milione e 700mila euro per lavori che dovranno essere progettati e appaltati dal dipartimento Tutela dell’Ambiente della Regione Calabria che dovrà anche prendersene carico per l’esecuzione ed il collaudo. Infine, le attività realizzate delle opere o dei servizi previsti, secondo l’accordo sottoscritto, dovranno essere completate entro il 31 Dicembre 2023”.

“Tanto è dovuto – conclude il segretario cittadino del Psi –  per una precisa e corretta informazione ai cittadini, convinti, peraltro, che il sindaco Succurro, prima o poi, saprà vantarsi anche del suo operato”.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità