Condanna Mimmo Lucano, Spirlì: “La Calabria non sentirà sua mancanza” | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Condanna Mimmo Lucano, Spirlì: “La Calabria non sentirà sua mancanza”

(askanews) – “Un’altra Calabria è possibile, siamo d’accordo, ma non è quella che vede Mimmo Lucano, condannato a 13 anni e due mesi di reclusione nell’ambito del processo “Xenia”, capolista in tutte e tre le circoscrizioni calabresi a sostegno di quel de Magistris che cerca di dare lezioni di etica e morale, scegliendo come compagno di viaggio un truffatore, componente di un’associazione a delinquere e favoreggiatore dell’immigrazione clandestina. Lo dicono i giudici e, dunque, non è un pettegolezzo da cortile”.

Advertisement

Così afferma il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, in merito alla sentenza del processo “Xenia” sui presunti illeciti nella gestione dei migranti a Riace. Il governatore, che interviene sul giornale LaCnews24.it, spiega: “La Calabria non sentirà la mancanza del condannato Lucano e non ne patirà l’assenza dalla gestione della cosa pubblica. È anzi doveroso – aggiunge Spirlì – che l’uomo che per anni è stato il beniamino di tutto il Pd e di tutta la sinistra sinistra, e per il quale la Rai, sempre di sinistra, aveva addirittura prodotto, a suon di milioni di euro, una fiction inutile la quale, ora più che mai, sarà materiale da buttare nel cesso, si ritiri immediatamente dalla contesa elettorale”.

 

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità