L’associazione Rende Bene Comune sostiene Manna e lo incoraggia a proseguire la sua azione | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

L’associazione Rende Bene Comune sostiene Manna e lo incoraggia a proseguire la sua azione

RENDE (COSENZA) – Le recenti dichiarazioni del consigliere comunale Carlo Petrassi rendono necessaria qualche precisazione su quale sia la posizione di Rende Bene Comune.

Per fare questo è necessario ripercorrere gli eventi che ci hanno condotto alla situazione attuale in cui il mono-gruppo consiliare Rende Bene Comune ( costituito da Carlo Petrassi) non rappresenta l’aggregazione civica di donne e uomini provenienti dal mondo del lavoro e dell’associazionismo sociale di matrice prevalentemente cattolica che ha prima promosso la lista civica e poi l’associazione politico-culturale Rende Bene Comune.

Nella fase costitutiva della lista, coordinata dall’attuale assessore Vincenzo Pezzi, hanno aderito al progetto anche gli attuali consiglieri comunali Pierpaolo Iantorno e Carlo Petrassi che pertanto sono stati inseriti nella medesima lista. La partecipazione alla competizione amministrativa del 2014 con la lista Rende Bene Comune ha, dunque, rappresentato un momento specifico di un più ampio progetto di impegno sociale e politico che, ad elezioni concluse, si è formalizzato nella costituzione dell’associazione politico-culturale Rende Bene Comune, con la partecipazione di tutti i candidati in lista, compresi Iantorno e Petrassi. Alla presidenza dell’associazione è stata eletta Rosaria Pupo.

Advertisement

La vittoria di Manna ed il risultato positivo della lista hanno determinato l’attribuzione di due seggi in consiglio comunale a RBC e l’ingresso in consiglio di Iantorno e Pezzi. La nomina di Pezzi ad assessore, ha reso possibile che il suo posto in consiglio comunale fosse occupato da Petrassi.

Nell’estate 2015, dopo un anno dalle elezioni i consiglieri comunali hanno deciso di staccarsi dall’associazione Rende Bene Comune ma ne hanno mantenuto il nome! Tutto ciò è la fonte degli equivoci e dei fraintendimenti perché ad oggi il gruppo consiliare Rende Bene Comune (che si è ridotto al solo Petrassi, poiché Iantorno è andato nel gruppo misto), non è più espressione dell’associazione Rende Bene Comune.

Sarebbe corretto e farebbe onore alla verità ed alla chiarezza, se anche il consigliere Petrassi uscisse dal gruppo consiliare RBC, visto che si è distaccato dall’associazione RBC ma purtroppo ciò non è ancora accaduto!

Passando al merito delle dichiarazioni di Petrassi che ha espresso una dura critica nei confronti del sindaco Manna, riteniamo che essa sia assolutamente inappropriata nel metodo e nei contenuti. Dopo la vittoria storica del 2014 Manna e la sua Giunta stanno facendo quello che si può fare per tirare fuori la città dal baratro in cui era stata condotta. Solo se si fosse ingenui o in mala fede ci si potrebbe aspettare che Manna abbia la bacchetta magica per risolvere in 20 mesi i guasti generati da 34 anni di cattiva e continuativa amministrazione. Manna sta operando nella giusta direzione e lo incoraggiamo a proseguire nella sua azione riformatrice. Seppure qualche avvicendamento in Giunta potrà essere necessario per rendere più incisiva la sua azione, l’impianto generale dell’operato di Manna è senz’altro positivo.

In questo contesto, crediamo che vada ripresa, sostenuta e rilanciata la proposta centrale della sindaco Manna per la realizzazione di una “Costituente per Rende” che sia aperta ai contributi costruttivi di tutti.

Perciò registriamo con piacere che il rilancio formulato dal Laboratorio Civico abbia suscitato il gradimento di alcuni ambienti del Partito Democratico di Rende. Un segnale positivo della modernità che finalmente avanza anche alle nostre latitudini.

Il Consiglio Direttivo
Associazione Rende Bene Comune

Commenta