Settembre Rendese 2016, più di novanta le richieste di partecipazione per la 51a edizione | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Settembre Rendese 2016, più di novanta le richieste di partecipazione per la 51a edizione

rende_assessore_vittorio_toscanoRENDE (COSENZA) – Il Settembre Rendese è alle porte e la Città si sta preparando a festeggiare la 51° edizione di un festival che ha oramai varcato la soglia del mezzo secolo e che negli anni ha riscosso un interesse crescente diventando a tutti gli effetti una manifestazione storica dal grande risalto che l’Amministrazione Manna e l’Assessorato alla Cultura, Spettacolo ed Eventi continuano a portare avanti con determinazione dando spazio ai giovani del territorio .

La manifestazione infatti è di assoluta importanza per la Città sia perché crea flusso turistico, sia perché l’alternanza di giorni dedicati all’arte, alla musica, al teatro e alla letteratura contribuiscono a diffondere il valore della cultura.

Dopo l’insediamento della nuova giunta e con la nuova organizzazione per la realizzazione dell’evento, messa in atto atto dall’Assessorato alla cultura, spettacolo ed eventi a partire dall’edizione del 2014, si sono riuscite a superare le difficoltà organizzative ereditate dalle amministrazioni precedenti, riportando in vita una kermesse storica dopo la mancata edizione del 2013, operando in regime di trasparenza e rispettando i tempi legali per il pagamento degli artisti riportando dunque alla normalità la gestione.

In più anche per questa edizione il Settembre Rendese 2016 sarà organizzato grazie alla “manifestazione di interesse”, fortemente voluta dell’assessore Toscano, strumento utile per agevolare i giovani del territorio a partecipazione alla kermesse, inoltrata al comune dopo la semplice compilazione di un modulo in cui veniva richiesta la descrizione di un progetto da voler realizzare. In sostanza si è resa più semplice la modulistica creando allo stesso tempo un nuovo modo efficiente per accogliere i progetti da voler realizzare.

E non è un caso allora se sono state più di 90 le richieste di partecipazione per la 51° edizione (la terza organizzata sotto l’Amministrazione Manna) con progetti dedicati all’arte, alla poesia, alla letteratura, alla musica, al teatro ed eno-gastronomia . Temi che nel corso degli anni sono stati fortemente promossi e realizzati sul territorio con una continuità tale da definire Rende Città degli eventi.

Il prossimo Settembre Rendese si caratterizzerà per il maggiore spazio dedicato all’arte contemporanea con mostre inerenti alla pittura, alla scultura, ma anche alle installazioni permanenti, con una maggiore concentrazione degli eventi nel borgo antico, con l’obiettivo di portarlo ad essere una Cittadella viva e attiva che sappia restituire il suo fascino storico a tutti i visitatori, proponendo più eventi nell’ambito del cinema d’autore, lirica, jazz, teatro, moda, video installazioni e mostre, poesia e presentazione di libri, artisti di strada, visite guidate per i musei ed eno-gastronomia ) nella stessa giornata al fine di attrarre un pubblico con più interessi culturali. L’obiettivo è quello di dare continuità all’azione di sviluppo del centro storico avviata da tempo dall’amministrazione Manna. Non mancheranno i concerti e gli eventi per i più giovani nelle contrade e per le piazze della Città.

E come afferma l’Assessore Toscano: <Non ci siamo mai fermati e non abbiamo intenzione di farlo>. Il nostro sostegno a favore di tutte le attività culturali e la volontà di premiare il merito e fornire concrete opportunità di visibilità ai tanti giovani (ma non solo) impegnati nell’arte, nella musica, nella letteratura, sta vincendo la diffidenza e lo scoraggiamento. La continua promozione culturale sul territorio sta pian piano convincendo chi ha un talento a partecipare agli eventi che si organizzano e la conferma arriva appunto dalle numerose richieste di partecipazione al Settembre Rendese.>>

Ora l’Amministrazione e l’Assessorato alla Cultura, Spettacolo ed Eventi, si augurano di riuscire ad ottenere come l’anno passato il finanziamento dalla Regione Calabria per gli eventi storicizzati il quale garantirebbe di sicuro un maggiore successo di questa futura edizione del festival, considerato oramai a tutti gli effetti un evento che riesce a garantire grande visibilità e notorietà ai partecipanti.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità