Centro storico di Rende, sul terrazzo di Finuzzo "la vita e' bella" | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Centro storico di Rende, sul terrazzo di Finuzzo “la vita e’ bella”

rende_finuzzu_2016_1RENDE (COSENZA) – Nella pancia del centro storico di Rende, a due passi dalla piazza principale, c’è casa di Finuzzo. Il portone è spalancato, ed eccolo lui, abbronzato, sportivo e aitante, Finuzzo ti abbraccia con il suo sorriso e ti invita ad entrare.

Entri a casa di Finuzzo, percorri un corridoio anni 70 e sali sul terrazzo di un proprietario di casa felice come un bambino: “Benvenuti. Tra poco inizia il film”.

Un film d’amore, una commedia italiana con Scamarcio, ma non è questa la notizia. La notizia è che in una casa del centro storico di Rende il vicinato si riunisce ogni giovedì sera per goder del cinema sotto le stelle.

Ed è un cinema vero e proprio, anche perché, chi lo fa funzionare è la famiglia Garofalo, con i due figli e quel padre sempre sul pezzo, il padre che è stato protagonista della prima storia del Cinema Santa Chiara. Arriva la gente: “Buonasera Finu e grazie…”.

C’è anche il giornalista Anton Livio Perfetti che è scioccato dalla bellezza del terrazzo: “Non so se hai presente quando sei in fase di atterraggio e ti godi il panorama? Su questo terrazzo sei in quell’aereo”.

Grazie. A Finuzzo lo ringraziano tutti, anche perché, non c’è solo il film da godere, ma c’è tutta una serata da gustare. Finuzzo non fa mancare nulla: acqua, caramelle, torte, prosecco e alla fine di ogni film anguria in quantità esagerata: “meglio abbondante!”.

Lui vuole così, gli ospiti devono stare bene, addirittura, è “ la cittadinanza è invitata a partecipare”. Così la scritta della locandina fuori al suo portone. Questo messaggio è piaciuto all’Amministrazione Comunale guidata da Marcello Manna e proprio in questa settimana ,in una riunìone di giunta, ha istituzionalizzato il “Finuzzo film festival”.

E l’altro ieri a spiegare questo patrocinio gratuito da parte dell’amministrazione ci ha pensato l’assessora al centro storico Marina Pasqua: “A noi idea è sembrata carina. La vogliamo spingere sempre di più, anche perché, questo esempio di accoglienza da parte dei cittadini del centro storico lo abbiamo avuto con Matera. I cittadini del borgo antico devono essere i primi protagonisti di questa rinascita che noi vogliamo ad ogni costo”. Ad accompagnare Marina Pasqua, gli assessori Ida Bozzo e Vincenzo Pezzi. Inizia il film, parte da sotto la musica dal vivo. All’Arco c’è una festa di laurea. Piccola trattativa. Finuzzo riesce anche in questo e la musica riprende solo verso la fine del film. In un giovedì d’estate, la vita al borgo antico è tornata. E poi c’è quel panorama che ti fa atterrare dolcemente in un sogno senza fine.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità