Settembre Rendese, Jannuzzo fa il pienone. Superate le duemila presenza nel centro storico | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Settembre Rendese, Jannuzzo fa il pienone. Superate le duemila presenza nel centro storico

rende_jannuzzo_in_piazzaRENDE (COSENZA) – Anche la seconda serata del teatro all’aperto nel centro storico di Rende non ha deluso le aspettative. Superate le duemila presenze per lo spettacolo di Gianfranco Jannuzzo che sul palco allestito in Piazza degli Eroi ha entusiasmato i tantissimi soettatori con il suo “Recital”.

Un attore brillante, amatissimo dal pubblico, che è riuscito a tenere la scena con naturalezza ed efficacia. Nel borgo antico di Rende tanta gente giunta non solo dall’interland cosentino, ma da tutta la Calabria. Gianfranco Jannuzzo è un gentleman dello spettacolo. Per oltre due ore ha catturato l’attenzione degli spettatori raccontando le contraddizioni, i vizi e i valori degli Italiani, partendo dalla sua adorata Sicilia.

Attraverso una esilarante carrellata di dialetti, Veneto, Siciliano, Calabrese, Napoletano, l’attore girgentino restituisce al pubblico il grande amore per il proprio Paese, proponendo anche un’analisi degli Italiani con molta autoironia.

“Questa è la forza e l’intelligenza del popolo Italiano – ha detto Jannuzzo – saper ridere di tutto e di tutti, soprattutto di se stessi, senza dimenticare però quei valori irrinunciabili come il senso della famiglia, dell’ospitalità, dell’accoglienza, che fanno parte del nostro Dna”.

Nel suo “Recital” Gianfranco Jannuzzo alterna momenti di grande comicità a scorci di poesia che emozionano e fanno riflettere. Coinvolgente, poi, l’omaggio al grande attore cosentino Totonno Chiappetta, scomparso due anni fa, con il quale Jannuzzo era legato da una profonda amicizia. Non solo teatro all’aperto nella seconda serata del Settembre Rendese nel centro storico.

Il numeroso pubblico, giunto nel borgo antico anche con il servizio di navetta gratuito messo a disposizione dal Consorzio Autolinee, ha apprezzato i numerosi eventi organizzati insieme alle Associazioni del territorio: il Gran Gala’ di Poesia – Rende in Versi, giunto alla VI edizione e promosso dall’Associazione Gue.Ci, un evento di grande spessore culturale; la Via dei Vini, con le migliori cantine locali e la degustazione di prodotti enogastronomici. Una magica atmosfera ricreata nel borgo antico grazie anche al grande lavoro svolto dalla Proloco di Rende.

E ancora: la lirica, con “Una voce poco fa”, con il mezzosoprano Melinda Bernaudo e Francesco Silvestri al pianoforte; il cinema al Santa Chiara, con “Ciak si mangia” e la proiezione del film”Chef- la ricetta perfetta”, a cura dell’associazione Cinepresi; la beneficenza con l’associazione Niki Aprile per la raccolta del materiale didattico e il grande jazz con Egidio Ventura Jazz Three “Latin Project 2#” con Egidio Ventura al piano, Frank Marino al basso ed Emanuele Fuduli alla batteria.” È bello ed emozionante -ha sottolineato il sindaco Marcello Manna- vedere tanta gente nel borgo antico. Attraverso le iniziative culturali, gli spettacoli di qualità, il coinvolgimento del territorio, crediamo che possano essere create le premesse per una rinascita del centro storico”.

“Il teatro all’aperto – ha evidenziato l’Assessore alla Cultura Vittorio Toscano – premia l’azione amministrativa che va nella direzione di rendere il centro storico un luogo per i grandi eventi. Il nostro sogno è quello di realizzare, nella suggestiva location del borgo antico, un anfiteatro permanente che possa accogliere importanti manifestazioni”

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità