Comune precisa su mancato funzionamento riscaldamenti scuola Saporito. Assessore Bozzo risponde a consigliere Miceli | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Comune precisa su mancato funzionamento riscaldamenti scuola Saporito. Assessore Bozzo risponde a consigliere Miceli

Comune Rende CSRENDE (COSENZA) – Il Comune di Rende ha già da diversi giorni sollecitato il gestore dell’energia elettrica e del gas ad un comportamento più consono riguardo alla gestione dei contratti di fornitura poiché tutte le amministrazioni locali stanno subendo una grave disorganizzazione dei gestori che si sono aggiudicate le gare Consip. Il che sta comportando disguidi e disservizi assolutamente non voluti e non determinati dagli enti.

Per questo l’Amministrazione Comunale ha garantito il pagamento delle fatture scoperte, molte delle quali, arrivate anche in ritardo. Oltre a diffidare il gestore a staccare i contatori delle strutture scolastiche e istituzionali atteso che, come in questo caso, non dipende da una incapacità dell’ente, bensì, da un caos amministrativo causato dallo stesso gestore. Tanto è più vero che l’ente già il 14 di novembre aveva diffidato il gestore a sospendere i contratti di fornitura di energia elettrica a seguito di una serie di criticità rilevate e imputabili allo stesso fornitore.

Sempre in merito al mancato funzionamento dei riscaldamenti della scuola media di Saporito alla nota dell’amministrazione comunale si aggiunge la risposta politica dell’assessore Ida Bozzo al consigliere comunale Domenico Miceli: “Mi dispiace per questi disagi per i bambini e le loro famiglie. Tuttavia, non posso tacere in merito all’ennesimo attacco del tutto ingiustificato del consigliere Miceli verso l’assessorato da me diretto. E’ evidente che dopo quasi 2 anni e mezzo di consiliatura il consigliere Miceli non ha ben chiare le competenze e le deleghe assegnate dal Sindaco ai componenti della giunta”. Ed ancora la Bozzo che specifica: “il diritto allo studio comprende attività quali il trasporto scolastico e la mensa, la fornitura gratuita di libri e non certamente la manutenzione degli edifici scolastici. L’assessorato alla Pubblica Istruzione ha lavorato per tempo, di concerto con i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi di Rende con cui la collaborazione è continua e proficua, programmando nel periodo delle vacanze estive le attività propedeutiche per garantire quanto necessario per l’avvio del nuovo anno scolastico.

Già dal primo giorno di scuola- continua la Bozzo- gli alunni delle scuole dell’obbligo hanno potuto fruire dei servizi di trasporto e di refezione. Si è inoltre avviato il servizio di refezione alla scuola elementare di Sant’Agostino e si stanno dotando di connessione ad internet tutti gli istituti scolastici del territorio. Pur nelle limitate disponibilità finanziarie dell’ente, sono stati acquistati banchi, sedie, cattedre, armadi, appendini e panche per la scuola dell’infanzia al fine di rendere più confortevole e sicura la permanenza a scuola di bambini ed insegnanti. Il mio impegno è di lavorare per migliorare sempre di più i servizi offerti, ma critiche da chi non conosce il funzionamento della macchina comunale sono da ritenersi inaccettabili.”

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità