Imprenditore ucciso in agguato nel catanzarese. Nel 2006 fu arrestato, nella sua azienda fu trovato boss Arena | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Imprenditore ucciso in agguato nel catanzarese. Nel 2006 fu arrestato, nella sua azienda fu trovato boss Arena

carabinieriSORBO SAN BASILE (CATANZARO) – Decine di colpi di kalashnikov sono stati sparati contro Santo Gigliotti, l’imprenditore di 57 anni ucciso stamani in un agguato a Sorbo San Basile.

Un imprenditore, Santo Gigliotti, di 57 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato assassinato stamani in un agguato a Sorbo San Basile, nel catanzarese. L’uomo era a bordo della sua auto quando qualcuno gli ha sparato contro alcuni colpi d’arma da fuoco. Gigliotti è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro.

Gigliotti, nell’aprile del 2006, fu arrestato per favoreggiamento, perché in una abitazione interna alla sua azienda casearia furono bloccati il latitante Giuseppe Arena, di 50 anni, ritenuto il capo dell’omonima cosca di Isola Capo Rizzuto, nel crotonese, e del suo luogotenente, Francesco Gentile, 57 anni.

Lo scorso anno, a Sorbo San Basile era stato assassinato un altro imprenditore, Tommaso Guzzetti, di 54 anni, titolare di un’impresa boschiva di Sersale.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità