Pioggia di medaglie per Cosenza Nuoto ai Campionati regionali di Categoria e Assoluti | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Pioggia di medaglie per Cosenza Nuoto ai Campionati regionali di Categoria e Assoluti

COSENZA – È un successo vero e proprio quello fatto registrare dalla Cosenza Nuoto nel campionato regionale di Categoria e Assoluti. Il tecnico Savio Celso torna a casa con un bottino invidiabile, sia dal punto di vista delle medaglie che dei tempi fatti registrare dai suoi atleti. Alla fine della due giorni di Nuoto, la squadra rossoblu torna a casa con 53 medaglie d’oro, 24 d’argento e 20 di bronzo di categoria. Negli assoluti invece arrivano 18 ori, 17 argenti e 11 bronzi.

Per rendere l’idea del risultato ottenuto a Catanzaro Lido, basta pensare che la Cosenza Nuoto è stata presente su ogni podio tranne in due gare, dove non c’erano atleti ai blocchi. Anche nella classifica a squadre sono arrivati risultati d’élite, con il primo posto negli Assoluti e il secondo di Categoria.

Grandi soddisfazioni arrivano dai tempi, che fruttano 4 record regionali, realizzati da Carnevale Letizia sui 50, 100 e 200 stile categoria ragazzi e da Visini Valentina sui 100 stile categoria cadetti. Sette invece sono gli atleti che hanno strappato il pass per i campionati italiani che inizieranno il 17 di Marzo e termineranno il 22.

Si tratta di Carnevale Letizia e Martello Alessandra che insieme a Nuzzolo Luca, Cannizzaro Mattia, Perrone Francesco, Pellegrino Francesco Pio e Simone Gallo, porteranno in alto la bandiera cosentina nella più importante manifestazione giovanile invernale.

“Anche nell’ultima giornata – sottolinea Savio Celso – abbiamo incrementato la spedizione dei ragazzi che andranno a Riccione. Sono soddisfatto per loro ma in generale per tutta la squadra perché i tempi segnalano miglioramenti notevoli. I premi ricevuti sono il frutto del lavoro di tutti e dobbiamo andarne fieri senza però fermarci, perché ora ci aspetta un impegno importante ai campionati italiani”.

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità