Erosione, coste compromesse dall’uomo. Venerdì giornata di studio all’Unical | Cosenza Page CosenzaPage

Cosenza Page Quotidiano Online | cronaca, news, notizie, sport, politica, chiesa, attualita', Cosenza, Rende, cosentino, Calabria

Erosione, coste compromesse dall’uomo. Venerdì giornata di studio all’Unical

UnicalARCAVACATA DI RENDE (COSENZA) – Sistema costiero calabrese compromesso dall’uomo. Aumenta il rischio di erosione. Necessaria la prevenzione per evitare di ricorrere ai Piani di Gestione Integrata che comportano ingenti investimenti.

Gravi danni arrecati soprattutto ai litorali che si traducono in un arretramento della linea di riva che ha interessato abitati ed infrastrutture strategiche. Tra le cause la concentrazione delle attività antropiche.

Sono, questi, alcuni dei passaggi principali della relazione tecnica che Tonino Caracciolo, direttore scientifico dell’Osservatorio delle Trasformazioni Territoriali della Calabria, illustrerà venerdì  8 aprile all’UNICAL, alle Ore 12.40 in occasione della Giornata di Studio per la previsione,  prevenzione e controllo del rischio idrogeologico, presso l’UNIVERSITY CLUB.

Advertisement

Alla Calabria – afferma Caracciolo– appartiene circa il 10% delle coste italiane, con circa 834 Km di costa naturale ed artificiale. Le modificazioni che subiscono le aree costiere del Mediterraneo, per effetto dei fenomeni di erosione, destano da tempo serie preoccupazioni tanto da indurre la Comunità Europea ad effettuare uno studio denominato Eurosion che mira a quantificare l’impatto e le condizioni dell’erosione costiera in Europa. In Calabria – continua – è alto il rischio di erosione sia per gli insediamenti umani che per le strutture turistiche, senza dimenticare le grandi infrastrutture di trasporto quali la SS 18 e la linea ferroviaria tirrenica. L’entità dei danni arrecati dalle frequenti mareggiate è tanto rilevante da determinare, tra l’altro, l’emissione di Ordinanze di Protezione Civile, ai sensi dell’art. 5 della Legge 225/1992 (Ordinanza n.2621 dell’1.07.1997) e la sottoscrizione di uno specifico Accordo di Programma Quadro tra Governo Nazionale e Regione Calabria.

Dopo il saluto dei Rettori dell’Università della Calabria Gino CRISCI, dell’Università di Roma Eugenio GAUDIO, dell’Università di Reggio Calabria Pasquale CATANOSO e del Presidente dell’Accademia Nazionale delle Scienze Emilia CHIANCONE, interverranno Giandomenico FUBELLI Università degli Studi di Torino, Alberto PRESTININZI e Salvatore MARTINO della Sapienza Università di Roma, Giovanni GULLÀ CNR IRPI Cosenza, Massimo CONFORTI e Pasquale VERSACE dell’UNICAL, Leonardo CASCINI Università degli Studi di Salerno, Giudo CALENDA Università degli Studi di Roma Tre, Ottavio AMARO Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Concluderà il dibattito Vera CORBELLI Segretaria del Distretto Idrografico Appennino Meridionale, Francesco DRAMIS Università degli Studi di Roma Tre, Mauro GRASSI Direttore della Struttura di Missione Italia Sicura – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni MENDUNI del Politecnico di Milano.

PROGRAMMA

 

Commenta

ti potrebbe interessare anche...

pubblicità