Unical, Curcio Terremoto: “Ecco il regalo di Natale per gli studenti”

RENDE (COSENZA) – “Come nei migliori film a lieto fine, nell’ultimo atto di questo 2017, uno dei tanti regali che vi faremo trovare sotto l’albero è dedicato interamente allo sport”.

Esordisce così il rappresentante degli studenti al CUS, Giulio Curcio Terremoto, nell’annunciare il grande successo ottenuto. “La promessa è stata mantenuta- continua Terremoto- abbiamo quarantacinque mila euro di aumento di borse di studio per lo sport e questo mi riempie d’orgoglio, finalmente abbiamo centrato l’obiettivo di estendere le borse di studio ai vincitori di medaglia di argento e bronzo ai campionati Nazionali universitari, oltre che aumentare l’importo di tutte le borse sportive”.

Il motivo d’orgoglio investe l’intera lista UnIdea particolarmente il consigliere d’amministrazione Diego Mazzitelli che si è speso, fianco a fianco al presidente di Sviluppo Universitario, Giulio Curcio Terremoto per far si che anche questo lavoro si concretizzasse. L’intera lista in questi mesi ha raggiunto già diversi successi in commissione bilancio, mantenendo invariate o addirtittura aumentando quelle voci che riguardanodi gli studenti, nello specifico si parla di studenti bisognosi,studenti disabili, fondi al part timee e non possiamo non citare il grande risultato ottenuto con l’istituzione del servizio notturno della navetta Unical/Cosenza. E’ questo il segno tangibile della buona amministrazione e del saper fare. Sono innumerevoli le proposte fatte a tal proposito e molte sono state messe in atto nel corso dei mesi, promuovendo quanto più possibile la questione dello sport in ambito universitario.

“Lo sport è una delle cose che più mi sta a cuore- aggiunge Terremoto- dobbiamo far si che tutti siano in grado di dedicarsi alle loro passioni e l’università deve esserne nervo pulsante e promotore. Non possiamo permettere ad uno studente di trovarsi a scegliere se studiare o dedicarsi alle attività sportive, soprattutto per chi lo fa ad alti livelli”. Molte sono le attività praticabili all’interno dell’ateneo, molti sport anche le alcune novità sono state inseriti all’interno dei programmi (come scherma, squash e lambaerobica) per permettere proprio a tutti di poter dare sfogo alla propria creatività e, perché no, impiegare in modo sano il tempo libero. Tutto questo è segno che qualcosa è veramente cambiato, per anni lo sport in ambito universitario (e non solo) ha orbitato nella penombra, segno di una rappresentanza quasi fantasma che da un a anno e mezzo è risorta, proprio come una fenice dalle sue ceneri, perché la base su cui lavorare c’era e c’è, bisognava solo avere la caparbietà giusta e la tenacia per assicurare agli studenti basi solide e regalare loro ciò che, di diritto, gli spetta. C’era bisogno di cambiamento e svecchiamento, nuove proposte, nuove idee e soprattutto la voglia e l’impegno. Il vento dell’ottimismo e del rinnovamento ha dato i suoi frutti ed è con orgoglio che Terremoto aggiunge questo altro piccolo grande pezzo di un puzzle che ha iniziato a comporre ad inizio mandato.

“Ho dato tutto me stesso in questo progetto e ogni volta che ho raggiunto qualcosa di concreto, l’ho sentito come vittoria personale da regalare a tanti studenti come me, essendo io un giovane sportivo” dice Terremoto. Effettivamente i passi avanti sono stati tanti, oggi gli studenti hanno strutture più efficienti, proprio di recente gli impianti hanno ricevuto grande manutenzione e i miglioramenti sono stati visibili sin da subito, grazie al fondo dedicato ad essi,le palestre oggi dispongono di nuove attrezzature. Degno di nota è l’accesso gratuito per le matricole vincitrici di borsa. Sono questi i piccoli\grandi passi fatti in questi mesi, arrivare a questi risultati è la dimostrazione che si può essere dalla parte degli studenti e si può arrivare a tanto lottando per una giusta causa. Le grandi novità, raggiunte da questa rappresentanza studentesca, restano un UNICUM in questo ambito e certamente resteranno i benefici a lungo andare questo e molto altro è quello che Terremoto si augura ed augura anche ai futuri organi di rappresentanza. È il momento di fissare i buoni propositi per il nuovo anno, cercando di portarli a compimento negli ultimi sei mesi di mandato. Da Gennaio si continuerà a lavorare su: tornei interdipartimentali, figura dello studente atleta di alto livello e i campionati Regionali Universitari. “Se c’è una cosa che sogno è quella di vedere ogni studente che raggiunge i suoi obiettivi, il nostro ateneo è ricco di risorse e io sono fiero d’avere persone valide al mio fianco, non cito nessuno in particolare, ma tutta la lista ha dato il suo sostegno, promuovendo ogni mia iniziativa e sono sicuro che così sarà per i giorni che verranno- conclude Terremoto- io continuerò con il mio impegno fino alla fine del mio mandato e sono felice di chiudere il 2017 con una novità di così grande rilievo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *